Questo sito utilizza i cookies e le variabili di sessione per migliorare la tua esperienza di navigazione offrendoti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'automatica accettazione. Per ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.


Pensieri e Poesie
Image1
Versi, sillabe, rime come pennellate di una splendida opera. Registrati e apri il tuo cassetto (...)
Condividi con pensieri e poesie le tue opere.

Una volta

 >>  Poesie
( 2 Votes )

Una volta uscivo di casa
e mi ritrovavo tra i giardini
di arance, limoni e mandarini
e nei campi vicini i fiori di papavero
mi guardavano per dirmi che i petali
erano rossi e potevo giocare
rompendoli sulla fronte.
Una volta l'acqua usciva dai pozzi
e nelle vasche gracidanti di rane
attendeva di essere liberata
per irrigare alberi ed orti.
Una volta le rane gracidavano
di notte in un coro che mi
ricordava il salire e scendere
per le scale di un palazzo
nel sogno di una notte poco serena.
Una volta le mamme preparavano
Il pane lavorando nelle prime
ore del mattino.
Una volta..e il cane abbaiava
rincorrendo le lucertole nei campi
calpestati da contadini con le scarpe
di grezze pelli pelose.

Scritto da Salvatore

   

Oggi

 >>  Poesie
( 2 Votes )

L'olio ed il vino sono finiti insieme,
oggi, che il caldo ha fatto maturare
gli acini d'uva e le bionde olive, oggi,
che tu mi hai guardato con occhio
nuovo, con una luce diversa dagli
altri giorni.
Oggi, il rancore e la noia sono finiti
insieme ed in una cesta ho visto olive
ed uva per dar vita ad una anno
di pace e d'amore.


Scritto da Salvatore

   

Se saprai starmi vicino

 >>  Pablo Neruda
( 4 Votes )




Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere "noi" in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.
 
Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l'un l'altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l'ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perchè insieme è gioia...
 
Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.

Scritto da Pablo Neruda

   

Forse sono ferito senza sanguinare

 >>  Pablo Neruda
( 4 Votes )



Forse sono ferito senza sanguinare
da un raggio della tua vita
e a mezza selva mi trattiene l'acqua:
la pioggia che cade col suo cielo.

Allora tocco il cuore madido:
so che i tuoi occhi penetrarono
la regione estesa del dolore
e un sussurro d'ombra sorge solo:

Chi è? Chi è? Ma non ebbe nome
la foglia o l'acqua oscura che palpita
a mezza selva, sorda, sul cammino,

e così, amor mio, seppi che fui ferito
e lì nessuno parlava, solo l'ombra,
la notte errante, il bacio della pioggia.


Scritto da Pablo Neruda

   

Esploro

 >>  Poesie
( 1 Vote )

Esploro
in cerca
di dettagli
vedo amore
vedo scelte
vedo errori
vado avanti
fra ostacoli
quanti rumori
quanti suoni
quante canzoni
quante parole
un istante,
le tue urla
un istante,
tu che ridi
un istante,
sono fermo
i tuoi occhi
mi guardano
colmi d'amore
lasciandomi
nei ricordi
solo parole.

Scritto da Angelo

   

Mi allontano e ti allontani

 >>  Poesie
( 3 Votes )

Mi allontano e ti allontani
in silenzio, penso a ieri
quando stringevo le tue mani
quando guardavo nei tuoi occhi
quando sussurravo tutto l'amore
oggi, sulle sponde di questo fiume
dove l'anima si riflette appieno
dei nostri ricordi mi spoglio
lasciando andare un sogno.

Scritto da Angelo

   

Pagina 1 di 90

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>



 


Newsletter

Menu







Ricerca personalizzata google

Usa la ricerca personalizzata di google per migliorare i tuoi risultati


Loading
Tutti i diritti delle opere pubblicate in Pensieri e Poesie appartengono agli autori e sono protette eventualmente dai loro diritti. Pensieri e Poesie è uno spazio libero, non si ritiene responsabile riguardo a chi pubblica poesie ed opere di cui non possiede i diritti. Se si riscontrassero appropriazioni indebite e copie non autorizzate, contattateci che provvederemo all'eliminazione dell'opera.